Facebook Business: la strategia per il tuo marketing

Facebook-Business

Facebook Business Manager non è altro che la versione professionale di tale social network.
Vale a dire che dopo aver creato una pagina facebook, puoi non solo pubblicare contenuti di valore, collegarla al tuo sito web e comunicare in modo gratuito con fan e follower, ma renderla uno strumento prezioso se fai marketing ma con un budget limitato.

Il Business Manager di Facebook ti permette di fare diverse operazioni: creare delle campagne pubblicitarie ma anche selezionare il pubblico adatto per quelli che sono i tuoi annunci.

In questo articolo però non ci concentreremo sulla pubblicità a pagamento che puoi fare su questo social, piuttosto ci soffermeremo sulle strategie che ci permettono di utilizzare una pagina aziendale di Facebook per i nostri obiettivi di business.

Vari tipi di post di Facebook

Una volta realizzata la tua pagina business, da un punto di vista della struttura e delle impostazioni, non ti resta che pensare ai contenuti da pubblicare.

Verranno spiegati alcuni tipi di post che puoi utilizzare per interagire con i tuoi follower.

Post di testo

E’ quello più semplice e forse il più utilizzato, perché più conosciuto, in cui non vi è nessuna foto, nessun video e nessun collegamento.

Se fai Facebook Business e utilizzi un post di testo, devi sapere che non puoi indirizzare le persone al tuo sito web o generare conversioni.

Però puoi utilizzarlo per stimolare il coinvolgimento delle persone che seguono la tua pagina. Ad esempio, porre una domanda potrebbe essere un ottimo modo per coinvolgere le persone.

Quindi potresti avere molti commenti o anche feedback che risulteranno utili per creare contenuti su altre piattaforme che utilizzi, come nel caso di un canale YouTube.
Infatti chiedere ai tuoi fan quello che vogliono, può essere un modo ottimo e semplice per capire cosa pubblicare.

Post di foto

Anche il post di foto, nella strategia di Facebook Business, ha l’intento di coinvolgere e aumentare la consapevolezza del tuo pubblico sulla tua attività.
In genere i post con foto mostrano nelle statistiche un coinvolgimento maggiore rispetto a quelli di testo.

Infatti attraverso di essi puoi mostrare i tuoi prodotti, in particolare se hanno di per sé un forte richiamo visivo; oppure se sono qualcosa che le persone devono vedere in uso per apprezzare a pieno.

Tieni presente che la foto nel tuo post potrebbe essere qualsiasi tipo di immagine, come un’infografica, un’illustrazione o qualsiasi altro elemento visivo.

Post di video

Se il tuo prodotto ha un forte richiamo visivo il post con video, potrebbe risultare molto avvincente e apprezzato.

Poiché i video iniziano a essere riprodotti automaticamente nel feed delle notizie, anche una clip di pochi secondi, può essere un ottimo modo per catturare l’attenzione.

Facebook suggerisce anche di utilizzare brevi video per annunci e sondaggi ad esempio.

I post con video più lunghi sono invece utili se per esempio racconti una storia o condividi dei contenuti memorabili. Per le storie Facebook consiglia di utilizzare almeno un minuto e in media circa tre minuti o anche di più.

I post con video hanno dei tassi di coinvolgimento ancora più alti rispetto a quelli fotografici.

Post di video live di Facebook

I live video sono trasmessi in diretta su Facebook. Questa sezione può essere un ottimo modo per consentire ad esempio ai tuoi follower di dare uno sguardo dietro le quinte della tua azienda, di come realizzi i tuoi prodotti e cosa c’è dietro il tuo marchio.

La gente, dal lancio nel 2016 di Facebook Live video è entusiasta, infatti dalle statistiche risulta che oltre due miliardi di persone hanno almeno visto un video in questa sezione del social network.

Il video live è un formato fantastico per condividere annunci in tempo reale o interagire direttamente con i tuoi follower.

Un esempio è il primo ministro Boris Johnson che con i suoi video #PeoplesPMQs, ottiene centinaia di migliaia di visualizzazioni.

Post di contenuti con link

In questo caso nella tua strategia di Facebook Business, il post ha un link che porta a contenuti che sono esterni alla piattaforma.

Sono meno coinvolgenti dei post con foto e video, ma sono abbastanza semplici da creare.
Basta copiare un link e Facebook in automatico ne trae la meta descrizione e la foto relativa.

Facebook-interazioni
I tuoi post devono creare interazione.

Assicurati però di aggiungere anche del testo aggiuntivo per dire ai lettori perché dovrebbero fare clic su quel link.

Con questo genere di post avrai un contenuto di bell’aspetto con il minimo sforzo.

Grazie a questi link, puoi portare i tuoi lettori verso contenuti esterni a Facebook, ma che siano sempre i tuoi, come nel caso avessi un sito o un e-commerce, oppure condividere i contenuti di altri leader del settore.

Post con sondaggio

Nella sezione del post di testo, abbiamo sottolineato come porre una domanda possa coinvolgere il proprio pubblico di Facebook. Un sondaggio rappresenta un ulteriore passo in avanti.

Infatti offre la possibilità di votare una delle opzioni presenti e al termine i risultati diventano pubblici.

Questo formato rappresenta una strategia di Facebook Business abbastanza soft, ma che aiuta tantissimo a creare consapevolezza del marchio.

Le storie di Facebook

Sono post di foto o brevi video che appaiono in formato verticale e hanno una durata di 24h. Si posizionano in genere in cima al feed delle notizie.

Le foto vengono visualizzate per cinque secondi, mentre i video possono durare fino a 20 secondi.

Se vuoi utilizzare Facebook per connetterti con i fan, la funzionalità delle storie offre di certo un modo efficace. Inoltre, poiché compaiono nella parte superiore del feed delle notizie, sono immuni dall’algoritmo di Facebook.

Post in alto

Questa è una funzionalità che permette di bloccare un post nella parte alta della pagina Facebook, indipendentemente da quando è stato realizzato cronologicamente.

Se ad esempio hai un contenuto che cattura davvero l’attenzione di tuoi follower e potenziale pubblico, puoi lasciarlo “bloccato”, perchè potrebbe stimolare le persone a rimanere nella tua pagina.

Questo spazio lo puoi usare per:

  • condividere notizie importanti;
  • mostrare un video fantastico;
  • sensibilizzare su una campagna in corso.

Tale tipo di post puoi cambiarlo tutte le volte che vuoi. Lo riconosci inoltre da una piccola icona blu a forma di puntina in alto a destra del post.

Come scegliere il tipo perfetto di post?

Nella tua operazione di Facebook Business, la scelta del post giusto è davvero importante.
Devi quindi impegnarti nell’ascolto, ovvero:

  • cosa amano i clienti della tua azienda o dei tuoi prodotti;
  • i problemi che le persone incontrano per sapere che il tuo prodotto li potrebbe aiutare ad affrontare;
  • come differenziarti dalla concorrenza.

Un buon modo potrebbe essere di iniziare a pubblicare sulla tua pagina Facebook quei contenuti che funzionano già su altri tuoi canali.

Facebook Business: come creare una strategia di marketing in 7 passaggi

Avendo capito i diversi tipi di post che è possibile realizzare su Facebook, possiamo vedere alcune idee di marketing per costruire una strategia solida ed efficace.

1. Definisci il tuo pubblico

Prima di coinvolgere in modo efficace il tuo pubblico, devi prima capire chi è questo pubblico, pertanto ha senso porsi queste domande:

  • Che età hanno i tuoi potenziali follower?
  • Dove vivono?
  • Che tipo di lavoro hanno?
  • Di cosa hanno bisogno e cosa cercano?
  • Come e quando usano Facebook?

Utilizzando Facebook Audience Insights puoi trovare le risposte a quelle domande e approfondire informazioni come l’età, il genere, la formazione scolastica, la posizione e cosa hanno acquistato in passato.

Devi sempre avere un’idea chiara di chi stai cercando di raggiungere.

2. Stabilisci gli obiettivi

Spesso si tende a concentrare molte energie sull’acquisizione dei “Mi piace“; ma se questi non fanno parte di una strategia di Facebook Business di ampio raggio, non forniranno un grande ritorno.

I tuoi obiettivi devono essere chiari e legati a business reali. Possono essere diversi per ogni azienda, ma devono concentrarsi su azioni che hanno un impatto reale sui profitti, per esempio:

  • generare lead;
  • aumentare le conversioni sul tuo sito web;
  • migliorare il servizio clienti.

Queste ampie categorie sono un buon punto di partenza, ma dopo devi rendere i tuoi obiettivi più specifici e misurabili.

Tutto quello che fai nella tua pagina Facebook: i post, commenti o annunci, dovrebbero funzionare per supportare i tuoi obiettivi.
In tal modo operi in un sistema che risulta coerente e pertinente a quello che è il tuo marchio.

3. Pianifica il tuo mix di contenuti

Avendo chiari i tuoi obiettivi del tuo Facebook Business, devi creare un piano per raggiungerli.

Una parte fondamentale di questo piano consiste nel determinare il giusto mix di contenuti. Tieni sempre presente la regola 80 – 20:

  • usa l’80% dei tuoi post di Facebook per informare, educare e divertire;
  • usa l’altro 20% per promuovere il tuo marchio.

L’utilizzo di Facebook per le aziende consiste principalmente nel costruire relazioni e non solamente per auto-promuoversi.
Ma se fornisci abbastanza valore, il tuo pubblico sarà aperto a conoscere i tuoi prodotti e servizi, così che sarà ben valorizzato quel 20% del contenuto dei post che si focalizza sulla vendita.

Altra regola da applicare è quella dei terzi che consiste in:

  • un terzo dei contenuti che condivide idee e storie;
  • un terzo che comporta interazioni personali con i propri follower;
  • il terzo rimanente che promuove la propria attività.

Si tratta sempre di fornire maggiore valore a ciò che non è materiale promozionale, per mantenere i follower partecipi e coinvolti.

mi-piace-facebook
Se i tuoi contenuti hanno valore riceverai molti clic.

L’algoritmo di Facebook infatti penalizzerà sempre quei marchi che spingono troppo le vendite, mentre sarà più orientato a premiare quei contenuti che generano “mi piace” e condivisioni.

La parte finale della pianificazione del mix di contenuti sta nel determinare quando e con quale frequenza pubblicare.
Tale strategia richiederà dei tentativi e anche errori, appunto per capire attraverso l’analisi dei dati su Page Insights, quali siano i momenti migliori per pubblicare.

E’ inoltre importante pubblicare in modo coerente ed è consigliabile pertanto creare un calendario di contenuti, in modo da bilanciare i tuoi post e averceli pianificati in base agli obiettivi che vuoi raggiungere.

4. Ottimizza la tua pagina per il coinvolgimento

Nella tua strategia di Facebook Business, devi tenere ben presente di rendere facile alle persone trovare la tua pagina.
Una volta che vi arrivano devi fare in modo che ai lettori piaccia la tua pagina.

Per farti trovare puoi fare in modo che le persone con cui interagisci su altri canali accedano alla tua pagina Facebook tramite:

  • link nella tua e-mail, newsletter e altri canali;
  • incorporando pulsanti come “mi piace” o “condividi” su Facebook sul tuo sito web, così che sia facile condividere e seguirla con un solo clic.

Facebook è un social network, quindi devi essere presente e coinvolto nella tua pagina, affinché i tuoi follower si sentano partecipi.
Il tuo mantra deve essere rispondere ad ogni messaggio, commento o domande.

5. Considera anche altri strumenti di Facebook

Una volta che hai iniziato ad avere un seguito, puoi prendere in considerazione l’idea di aggiungere alla tua strategia di Facebook Business, anche altri strumenti.

Ad esempio i Gruppi di Facebook, sono molto utili per condividere delle informazioni e delle idee.
Puoi dentro un gruppo anche mostrare le tue competenze e fornire del valore aggiunto ai tuoi fan: in tal modo crei sicuramente fiducia e fedeltà.

chatbot-messenger
Con l’automazione guadagni tempo e dai risposte più immediate.

Altro strumento è la Chatbot di Facebook. Risulta che gli utenti di questo social scambiano 20 miliardi di messaggi con le aziende ogni mese.

L’utente infatti si aspetta che l’azienda risponda quasi immediatamente. A questo punto i chatbot su Messenger potrebbero essere la risposta rapida a questo tipo di necessità.

6. Utilizza gli annunci e il pixel di Facebook

Solo perché pubblichi qualcosa sulla tua pagina, non significa che tutti i follower la vedranno. In genere i post organici hanno questa percentuale di copertura:

  • per le pagine con meno di 10.000 follower, una copertura organica dell’8,18%;
  • per le pagine con più di 10.000 follower, una copertura organica del 2,59%.

Questi dati, perché l’algoritmo di Facebook da la priorità ai post degli amici e della famiglia degli utenti.

Però puoi estendere questa copertura usando Facebook Ads. L’annuncio di Facebook, sarebbe un contenuto che paghi per condividere con un pubblico che hai predefinito perché è il tuo target e ti permette di raggiungere i tuoi obiettivi di conversione.

Se hai però un sito web e stai adottando nella tua strategia di marketing anche l’annuncio sponsorizzato su Facebook, devi aggiungere il pixel.

Questo non è altro che un codice che inserisci nel tuo sito che ti permette di:

  • tenere traccia delle conversioni;
  • fare remarketing per le persone che hanno visitato il tuo sito web;
  • costruire un pubblico personalizzato per annunci futuri mirati.

7. Traccia, misura e perfeziona

Quando adotti una strategia di marketing su Facebook, non significa impostarla e poi dimenticarsene.
Devi tracciare e misurare le prestazioni, per capire cosa ha funzionato e cosa no.

Facebook- page-insights
Analizza i dati e ottimizza la tua strategia.

Facebook offre il monitoraggio del coinvolgimento del pubblico integrato tramite Facebook Insights, quindi puoi misurare:

  • i mi piace;
  • quante persone hanno visto i tuoi post;
  • quanto coinvolgimento c’è stato (condivisioni, clic e commenti);
  • quale dei tuoi post fa si che alle persone non piaccia la tua Pagina.

Attraverso una corretta analisi, potrai capire cosa ha senso continuare e invece le tattiche che devi modificare.
Con un ciclo continuo di definizione degli obiettivi, misurazione dei risultati e ottimizzazione della strategia, è possibile migliorare le prestazioni nel tempo.

La strategia di Facebook Business, all’inizio potrebbe sembrare complicata e travolgente, ma la buona notizia è che puoi cominciare senza investire un centesimo.
Quando poi acquisirai esperienza sarai anche in grado di passare a strategie più complesse e campagne a pagamento.

Conclusioni

Nonostante le nuove piattaforme che stanno invadendo il mercato e crescendo nelle preferenze degli utenti, Facebook rimane ancora oggi un canale in cui è possibile avere una solida presenza online.

Inoltre come abbiamo visto nei paragrafi precedenti, ha tutte le caratteristiche per darci modo di attuare delle vere e proprie strategie di marketing, soprattutto quando integriamo una pagina Facebook ad un sito o un e-commerce.

Nel caso volessi però avere maggiori conoscenze per accrescere significativamente il tuo business potresti avvalerti delle seguenti risorse:

Jetpack

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post e altri contenuti per te!

Be the first to comment on "Facebook Business: la strategia per il tuo marketing"

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.