Sito Web: come crearlo con WordPress.com

Sito-Web-Wordpress.com

Il solo pensiero di dover creare un sito web spesso risulta quasi travolgente.

Molte aziende o liberi professionisti, ma anche chi si affaccia per la prima volta in questo settore, con l’idea di iniziare a guadagnare online, pensano che sia il caso di affidarsi a professionisti o persone con notevole esperienza.

Realizzare un sito web professionale oggi è possibile grazie ad un software semplice e intuitivo: WordPress.

In questo articolo però affronteremo nello specifico la soluzione WordPress.com, che si distingue dalla versione open source WordPress.org.

WordPress.com: non è solo per siti web gratuiti

In modo frequente leggiamo che, iniziare a creare il primo sito web o blog con wordpress.com, sia un buon campo di allenamento, per testare le proprie capacità e quindi poi passare alla versione .org.

Giustissimo, ma dimentichiamo che anche con la versione .com è possibile realizzare un sito professionale e con molte possibilità di personalizzazione.

Creando un account wordpress gratuito, in modo istantaneo si ha la possibilità, con pochi semplici passaggi, di dare vita alla propria presenza online.

Ma non bastano, perché altrimenti non avremmo un prodotto finito, professionale e capace anche di monetizzare.

Se vuoi creare un sito web gratuito solo per avere un diario online, può pure andare bene, ma nel caso volessi crearti anche una fonte di reddito, o fornire un servizio di un certo tipo, sappi che ci sono dei passi ulteriori da fare.

Non c’è da aver timore o da preoccuparsi, perché grazie a questa guida, riuscirai a creare il tuo sito, così come lo hai sempre immaginato.

Sito Web: scegli il giusto dominio

Quando attivi gratuitamente il tuo account wordpress.com e inizi a creare il tuo sito, in automatico l’URL sarà di questo genere: ilmiosito.wordpress.com.
In questi termini, ti dico subito, che difficilmente sarai trovato dalle persone sul web e anche i motori di ricerca non ti posizioneranno nelle prima pagine dei risultati.

nome-dominio
il 63% dei domini con le migliori performance ha nel proprio URL parole chiave.

E’ necessario quindi scegliere un dominio e il nome che lo accompagnerà, che dovrà essere coerente con quella che sarà la tua attività sul web.
Attenzione quindi a non scegliere un nome troppo difficile da capire o scrivere, e nemmeno troppo banale che non darebbe professionalità e credibilità.

Ho alcuni consigli che possono aiutare nella scelta del nome, vediamoli.

Consigli per una scelta corretta

In generale è bene fare coincidere il nome del dominio, con il nome che ha o avrà il tuo sito, sembra una banalità, ma è invece un concetto chiave: le persone effettuano delle ricerche e si aspettano che ciò che cercano coincida poi con il risultato:

  1. Il nome deve essere semplice: significa che se scegli un nome breve (una o massimo due parole), questo sarà facile da ricordare e anche da scrivere. Inoltre avendo queste caratteristiche è facilmente riconoscibile ed è più facile che si diffonda tramite anche il passaparola;
  2. Nel momento in cui stai registrando un dominio potresti scoprire che il nome che hai scelto, l’ha già registrato qualcuno in precedenza, quindi o contatti il proprietario di quel dominio, in quanto esiste la possibilità di contrattare l’acquisto, oppure lo cerchi con lo stesso nome ma con estensione diversa: invece che con il .it o .com, magari con il .net o nuove estensioni di settore che sono ormai presenti sul mercato;
  3. Se puoi, fai in modo che il nome del tuo dominio sia anche una parola chiave, in particolare se ti rivolgi ad una nicchia ben definita. Altrimenti scegli un nome che rappresenti il tuo brand e lavori sulla conoscibilità di tale nome anche dal punto di vista SEO;
  4. Tieni sempre d’occhio la concorrenza: analizza le scelte e le direzioni che prendono i tuoi competitor. Puoi così mantenere il loro stesso stile, giusto per non disorientare le abitudini delle persone, ma allo stesso tempo trovare quei punti per cui renderti unico;
  5. Per essere davvero professionale, inoltre non dimenticare, una volta scelto il dominio, di associare un indirizzo email, sfruttando proprio il nome che hai scelto, in modo che la tua identità sia rafforzata.

Sito Web: la scelta del tema

WordPress ti da la possibilità di scegliere tra più di 200 temi gratuiti, che sono inoltre suddivisi per categorie di utilizzo: e-commerce, blog personale, magazine e altre.

Devi sapere che il Tema è, per dirlo in modo spicciolo, l’arredamento del tuo sito, quindi dovrà essere accogliente dal punto di vista grafico ma anche funzionale.

Se dal punto di vista grafico i temi gratuiti possono essere anche accettabili, spesso molte persone hanno trovato poi dei limiti dal punto di vista della funzionalità.

Per esempio capita che diventi complicato inserire dei banner pubblicitari in determinate posizioni strategiche del sito, oppure personalizzare il proprio menù, distribuire i post secondo determinate scelte di identificazione, tra i più letti o i più popolari, etc etc.

Per questo motivo, prima di spendere energie e tempo a cercare delle soluzioni che poi non ti soddisfano, è alquanto più indicato virare sin da subito nella scelta di un tema professionale con un investimento minimo.

Sito-Web-Tema-responsive
Un sito responsive raggiunge maggiori utenti che navigano sempre più spesso da smartphone e tablet.

Potrai perciò individuare il tema che fa al caso tuo, capace di fornire al tuo sito l’aspetto che hai in mente oltre a garantire una facile navigabilità.

Pertanto stabilisci in fase preventiva come vuoi impostare la grafica del tuo sito:

  • Dove inserire il tuo logo;
  • Se vuoi monetizzare il sito anche con dei banner pubblicitari;
  • Che aspetto dare alla tua Home page;
  • Dove vuoi che si veda il menù di navigazione;
  • Ovviamente la scelta del font e dei colori.

Quali aspetti considerare nella scelta di un tema

Quando scegli tra i modelli di tema più diffusi, sicuramente c’è la certezza che avrai nell’eventualità servisse, anche un buon supporto tecnico.

Ricorda che il tema deve essere search engine friendly, ovvero il suo codice non deve presentare errori che Google potrebbe male interpretare e perciò riscontrare poi errori di visualizzazione sul browser.

Inoltre deve essere responsive, quindi funzionante in qualsiasi browser e soprattutto su qualsiasi dispositivo: pc desktop, laptop, tablet e smartphone.

Anche la velocità di caricamento è importante, perché altrimenti c’è il rischio che il visitatore si annoi ad attendere e cambi perciò sito.

L’integrazione con i social è un aspetto necessario, poiché permette di creare del traffico verso il tuo sito. Quindi assicurati che il tema sia predisposto ad integrarsi con in canali social.

Sito Web: privacy e cookie policy

Questo è un aspetto nella creazione di un sito che scoraggia molti, perché in effetti non è facile avere dimestichezza con le normative.

Se hai un e-commerce o anche un blog, dove comunque interagisci con i dati personali degli utenti, devi attenerti a quello che è il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati del 2016/179 (il GDPR).

sito-web-gdpr
Adegua il tuo sito web al GDPR.

Vale quindi a dire, che devi disporre di una privacy policy, in cui informi gli utenti che entrano nel tuo sito su:

  • quali dati raccogli;
  • quali sono i diritti dei lettori in relazione a questi dati;
  • la data della policy;
  • il processo di notifica sugli aggiornamenti della policy;
  • se vi è un accesso di terzi ai loro dati e per quale scopo (ad esempio pulsanti social o integrazione di servizi di pubblicità).

E’ poi importante che l’informativa contenga anche le informazioni su cosa sono i cookies, le diverse tipologie e come vengono utilizzati all’interno del sito.

Gli utenti che entrano nel tuo sito devono essere subito informati del trattamento dei dati e perciò deve essere data loro la possibilità di dare il proprio consenso, o eventualmente poter bloccare l’utilizzo di tali dati.

Se non sei un avvocato probabilmente avresti difficoltà a generare da te, una privacy e cookie policy e, chi vuole avviare un sito web, spesso non può sopportare delle spese per pagare un avvocato per tale compito.

Ma non disperare, perché sul web ci sono delle soluzioni professionali, realizzate da team di avvocati esperti in questo settore, che permettono di adeguare alle normative, il proprio sito web, in pochi semplici clic.

Sito Web: è il momento di riempirlo di contenuti di valore

Hai fino a qui visto come creare l’ossatura del tuo sito web, ma adesso è arrivato il momento di creare dei contenuti che siano informativi e risolutivi per i tuoi lettori.

Come scrivere dei post, sarà un argomento che approfondiremo su un altro articolo differente da questo, ma intanto possiamo qui vedere come predisporre i nostri contenuti dentro il nostro sito.

Devi sapere che dentro un sito ci sono delle pagine, che a loro volta si distinguono in pagine statiche e dinamiche.

Ad esempio la pagina “Chi siamo”, deve essere una pagina statica, in quanto specifica chi c’è dietro quel sito, quali valori esprime e quali obiettivi ha intenzione di raggiungere per i propri lettori.

Dove invece saranno presenti i tuoi post, la pagina sarà dinamica, in quanto si aggiornerà ogni volta che sarà pubblicato un nuovo contenuto e, il lettore, avrà sempre l’idea di un sito vivo e che può dare delle risposte a ciò che sta cercando.

I plugin

Sono degli strumenti essenziali che aggiungono delle funzionalità al tuo sito web. Inoltre permettono anche di migliorare l’esperienza di navigazione dei tuoi utenti.

La maggior parte dei plugin sono anche gratuiti, o comunque nella versione gratuita forniscono delle funzioni che nelle fasi iniziali possono soddisfare le attese di chi sta creando il proprio sito.

I plugin servono, poiché internet funziona tramite codici; ma non tutti sappiamo utilizzare questi codici manualmente e non bisogna nemmeno improvvisarsi, per non creare dei danni al sito.

Così puoi ad esempio utilizzare Yoast Seo, perché ti aiuti nella creazione dei tuoi articoli in ottica Seo.
Così come quei plugin che danno la possibilità di avere un sommario con l’indice dei titoli e sottotitoli dentro ogni articolo per dare modo al lettore anche di andare direttamente nella sezione del post che gli interessa.

Plugin per creare delle tabelle o per creare un calendario pianificato degli eventi del sito.
Sul tuo account wordpress.com, basta che nel menù vai sulla voce plugin e ti ritrovi un elenco di tutti quelli che sono compatibili con la versione del tuo sito.

Sito Web: analizziamo i dati

Quando hai realizzato il tuo sito, non dimenticare che è importante analizzare i dati.

Vale a dire che devi utilizzare quegli strumenti che ti permettono di monitorare gli accessi al tuo sito e anche come si evolve dal punto di vista Seo, nell’indicizzazione di Google.

Uno strumento gratuito e a sua volta essenziale è Google Analytics.
In questo caso che il sito nasce su wordpress.com, analytics può essere abilitato tramite un plugin.

sito-web-google-analytics
Analizza i dati e dai valore aggiunto al tuo business.

Quando si analizzano i dati , questi vanno contestualizzati a quelli che sono gli obiettivi che ci si pone di raggiungere tramite il sito web.

Quindi non si leggerà solo il numero di visitatori, la quantità di pagine visitate o la frequenza di rimbalzo; piuttosto si andrà più nello specifico.
Ad esempio capire come si comportano gli utenti mentre navigano sul nostro sito; sapere che l’hanno trovato tramite la ricerca organica o social.

Bisogna anche capire quali keywords usate sono state efficaci e hanno portato le persone dentro i nostri articoli.

In tal modo si potrà avere una situazione chiara, di ciò che funziona e delle eventuali modifiche da effettuare per ottenere quei risultati che ci aspettiamo dalla navigazione degli utenti che entrano nel nostro sito web.

Conclusioni

Creare un sito web professionale con wordpress.com è davvero possibile e non comporta particolari costi.
Per avere la possibilità di integrare plugin e voler trarre il massimo beneficio economico dal sito, bisogna scegliere almeno il piano Business.

Il sito web è un investimento che nel medio / lungo termine, con le adeguate strategie, può fare crescere il proprio parco clienti, se già si ha un’attività offline, ma può anche essere l’inizio di un nuovo business per coloro che desiderano intraprendere una carriera lavorativa online.

Pertanto, ricapitolando:

  1. Crea il tuo account gratuito su WordPress.com e scegli il piano che più si adatta ai tuoi obiettivi;
  2. Scegli il nome del dominio coerente con ciò che fai;
  3. Individua il Tema che darà la veste grafica al tuo sito web;
  4. Utilizza le piattaforme che ti aiutano ad impostare la privacy e cookie policy del sito;
  5. Integra il sito web con i plugin necessari;
  6. Collegalo a Google Analytics per analizzare i dati;
  7. Adotta gli strumenti che ti aiutano ad ottimizzare il sito dal punto di vista SEO;
  8. Crea contenuti di valore e attrai il tuo pubblico.


Jetpack

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post e altri contenuti per te!

Be the first to comment on "Sito Web: come crearlo con WordPress.com"

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.