Vendere online: come iniziare a guadagnare oggi

vendere-online

Imparare a vendere online può essere scoraggiante; devi capire quali prodotti vendere e dove trovarli.

Ma non ti preoccupare, perché capiremo insieme come:

  • elaborare una strategia per la vendita online;
  • vendere attraverso il proprio negozio, sfruttando le potenzialità di Amazon e dei social media;
  • trovare i prodotti da vendere online;
  • attirare i clienti e trasformarli in acquirenti.

Scegli come vendere online

Come prima cosa dobbiamo capire quali modi scegliere per iniziare a vendere online:

  • creando un nostro e-commerce utilizzando piattaforme come Sellfy;
  • con WordPress grazie all’estensione WooCommerce;
  • appoggiandoci a mercati come Amazon;
  • attraverso l’uso di social media come Facebook.

Una cosa che però devi ricordare: non devi scegliere tra uno dei modi sopra menzionati; infatti puoi vendere su diversi canali, magari utilizzando delle App che ti consentono di integrare la tua vendita con Amazon, Facebook e il tuo negozio online con pochi clic.

Vendere online sul tuo e-commerce

Gestire un tuo negozio ha un vantaggio non indifferente: avere un controllo completo.
Sei tu a decidere l’aspetto del tuo negozio e come voler presentare i tuoi prodotti.

Inoltre non sei vulnerabile a fattori esterni, come gli aggiornamenti degli algoritmi e non devi competere, se scegli la nicchia giusta, in un mercato affollato.

Fai conto che il tuo e-commerce è letteralmente aperto 24 ore al giorno: molti processi anche banali possono infatti essere automatizzati e così puoi anche concentrarti su altri aspetti della tua attività.

Se decidi per esempio di costruire il tuo negozio su una piattaforma che fa il duro lavoro al posto tuo, hai la possibilità di vederti archiviati i prodotti, gestire facilmente i pagamenti, la consegna e gli strumenti per promuovere la tua attività.

Anche se non hai un sito web, puoi grazie a queste piattaforme, avere un tuo spazio online, personalizzarlo e adattarlo al tuo marchio.

Come dicevamo in precedenza, un fattore determinante è quello di integrare poi il tuo e-commerce ad una pagina social cosi come ad un canale YouTube.

Vendere su WordPress con l’estensione WooCommerce

Se hai un sito web realizzato con wordpress, puoi trasformarlo in pochi clic in un potente negozio online. Come?

Grazie al plugin WooCommerce, hai una totale libertà creativa ed inoltre è anche gratuito da installare possedendo appunto già un sito web realizzato su wordpress.

Cosa puoi vendere con WooCommerce?

Questo plugin gratuito e open source, ti permette di vendere qualsiasi cosa, sia che si tratti di prodotti fisici o digitali.
Puoi anche vendere dei servizi, abbonamenti o prenotazioni.

WooCommerce

Una volta scaricato il plugin sul tuo WordPress, dovrai solamente creare le pagine del:

  • Negozio, dove verranno visualizzati i tuoi prodotti;
  • Carrello, dove i clienti aggiungeranno i prodotti che scelgono di acquistare;
  • Checkout, dove i clienti selezionano la consegna e il metodo di pagamento;
  • Il mio account, che sarebbe una pagina personalizzata per ogni utente registrato, dove possono monitorare le attività ed effettuare un acquisto più veloce fornendo le informazioni di base una volta sola.

Vendere su Amazon

Vendere online su una piattaforma come Amazon è qualcosa di oggi molto popolare.

Infatti basta semplicemente creare un account, elencare un prodotto in vendita con prezzo, descrizione e immagine, impostare come verrà consegnato il tuo prodotto, accettare il pagamento e spedire l’articolo.

Amazon ti espone un numero enorme di potenziali clienti e ti consente di iniziare in modo molto rapido.

Ma c’è un fattore da tenere in considerazione: come distinguersi dalla massa?

Per avere successo è necessario che il tuo negozio online si distingua.

Vendere direttamente su Amazon è semplice, ma fare affidamento esclusivamente su di esso, può anche essere un errore.
Infatti l’algoritmo di ricerca di Amazon è in continua evoluzione, quindi i tuoi prodotti potrebbero essere visualizzati un giorno e non più il giorno successivo.

Ci sono inoltre sempre nuovi concorrenti che spuntano e abbassano il prezzo per conquistare clienti.

A questo punto per gli acquirenti sei solo un commerciante come tanti altri con lo stesso prodotto, per cui cercheranno l’articolo più economico e con le recensioni più decenti.

Creare un marchio per te stesso, però può aiutarti a costruire una preziosa risorsa.
Il marchio dà fiducia e questa è importante quando si tratta di vendere online con successo.

Un marketplace come Amazon comporta però delle commissioni di transazioni, tariffe che variano in base al tipo di articolo che vendi e se scegli l’opzione in cui sia Amazon ad immagazzinare e consegnare le tue merci.

Vendere su Facebook

I social media come ad esempio Facebook, sono un modo popolare per la tua attività e i tuoi prodotti verso i clienti.

Per vendere su Facebook, devi creare una pagina aziendale e aggiungere un pulsante “acquista“.

Per avere successo nella vendita su Facebook ho alcuni suggerimenti per te:

  • Divertimento: non limitarti a pubblicare il tuo prodotto e aspettare una risposta. Facebook infatti è un luogo affollato e l’attenzione dei clienti è breve. Sperimenta con video, indovinelli, domande o battute per catturare e mantenere l’attenzione dei tuoi clienti;
  • Fai promozioni: offrire uno sconto esclusivo in cambio di un “mi piace” sulla tua pagina è un ottimo modo per creare un pubblico;
  • Usa immagini di alta qualità: non “svendere” la tua pagina caricando immagini scadenti o sfocate;
  • Pubblica regolarmente: ma non esagerare allo stesso tempo. Sperimenta con diversi momenti della giornata e vedi dove e quando ottieni la maggiore reazione.

Se vendi esclusivamente tramite Facebook, devi sapere che dovrai gestire manualmente gli ordini, quindi ciò può richiedere anche del tempo.

Elabora la tua strategia di vendita online

Dopo aver deciso come vendere online è il momento di pensare alla tua strategia aziendale.
Non staremo qui a parlare di grafici e previsioni complesse che solo un laureato in matematica ad Harvard capirebbe.

Piuttosto prendi carta e penna e inizia a rispondere a queste domande:

  • Cosa spero di ottenere? Pensa a quanti soldi speri di guadagnare e quanti prodotti speri di vendere nei primi sei mesi. Fai anche una ricerca e confronta i casi di successo di e-commerce nel tuo settore;
  • Che margine stai cercando di ottenere? Chiunque può iniziare a vendere online in modo cieco, ma non basta: devi calcolare il tuo margine. Scopri ad esempio quanto ti costa produrre / acquistare e poi consegnare il tuo prodotto e poi quanto dovrai farlo pagare ai tuoi clienti. Ecco da questa differenza hai un margine;
  • Chi sono i miei concorrenti? Osservare i giganti della vendita online non può che darti molti insegnamenti. Esegui per esempio una ricerca su Amazon, Google e Facebook per i prodotti che desideri vendere e vedi chi appare in alto. Guarda le descrizioni, le immagini e il layout della pagina di quei venditori e cerca di capire come promuovono i loro prodotti. Pensa quindi poi a come puoi farlo meglio, perché ricorda devi distinguerti dalla massa, giusto?
  • Come spendono i soldi online le persone? Più conosci i tuoi clienti, meglio puoi soddisfare le loro esigenze e di conseguenza guadagnerai di più. Una cosa essenziale è quella di consentire ai clienti di poter pagare come vogliono;
  • Come faranno i clienti a trovare me e i miei prodotti? Molti imprenditori online dimenticano questo aspetto. Puoi attirare i clienti scrivendo sui tuoi prodotti o avviando campagne di newsletters.

Quali prodotti vendere online

Il tuo negozio online può sembrare il top di gamma, ma se nessuno vuole acquistare ciò che stai vendendo, non avrai sicuramente successo.
Mi piace riportare una citazione dell’imprenditore statunitense Seth Godin:

Non trovare clienti per i tuoi prodotti, trova prodotti per i tuoi clienti“.

Pensaci: un ristorante può avere tavoli fantasiosi e camerieri di classe, ma se il cibo ha un cattivo sapore, la gente mangerà lì?

Sono 3 le domande chiave che ti devi porre e a cui dare risposta:

  1. Come faccio a sapere quali prodotti vendere online?
  2. Come si procurano i prodotti da vendere online?
  3. Come presento i prodotti in modo che vendano?

Quali prodotti vendere online

Tutti gli imprenditori online sognano di prevedere la prossima grande novità, quindi sapere un po in anticipo quali saranno i prodotti più venduti o di tendenza.

Come-scegliere-i-prodotti-online

Non esiste in realtà un modo semplice per farlo, ma si possono massimizzare le possibilità di successo. Come?

  • Utilizza Google Trends: è un ottimo strumento per capire quali prodotti stanno diventando popolari e viceversa;
  • Conduci ricerche per parole chiave: una volta che hai un’idea del prodotto inseriscila nella strumento di analisi delle parole chiave di Google. Vedrai così i dati su quante persone cercano quel prodotto ogni mese e quanto una parola chiave è competitiva. Come regola generale evita di vendere un prodotto con meno di 300 ricerche mensili;
  • Leggere forum in linea: forum e siti di recensioni forniscono una panoramica diretta dei problemi e dei bisogni dei clienti;
  • Impara dai grandi negozi: i grandi venditori online raccolgono una grande quantità di dati ogni giorno. Sanno quindi meglio di chiunque altro cosa funziona in un dato periodo;
  • Vendi ciò che ami: se hai una passione, questa potrebbe influenzare cosa decidi di vendere. Infatti se è un qualcosa in cui credi e che conosci ti verrà più facile scrivere descrizioni e condurre campagne di marketing. Ricorda però che questi prodotti devono avere però un certo mercato.

Come si procurano i prodotti da vendere online?

I 3 modi più popolari per procurarsi prodotti da vendere online sono:

  1. Acquistando da un grossista / produttore: li acquisti da questi referenti e poi aggiungi il tuo marchio. I costi includono l’acquisto del prodotto, lo stoccaggio in magazzino, la manutenzione e la spedizione;
  2. Realizzare il prodotto da soli: è un sistema comunemente usato nel campo artigianale oppure se crei un prodotto digitale che insegna qualcosa. I costi principali sono i materiali per realizzare il prodotto artigianale e il tempo necessario per la sua realizzazione. Sei tu a stabilire in questo caso il prezzo con maggiore libertà di scelta del margine;
  3. Approvvigionamento da un dropshipper: è un modo che è diventato molto popolare e che consente di evadere gli ordini ai clienti senza mai immagazzinare o gestire il prodotto. La tua funzione è quella di essere solo un tramite tra il dropshipper e il cliente.

Come presenti i prodotti in modo che vendano?

Se per esempio il cibo del tuo ristorante è delizioso, ma il menù è scritto male e le immagini sul cartellone esterno sono rivoltanti come potrai mai attirare dei clienti?

Dovrai perciò tenere in considerazione due aspetti fondamentali: le immagini dei prodotti e la descrizione.

Riguardo le immagini ci sono delle regole generali da seguire:

  • Usa sempre immagini di alta qualità;
  • Usa sempre le stesse dimensioni;
  • Offri ai clienti la possibilità di vedere i prodotti a 360 gradi;
  • Assicurati che ogni variante di prodotto abbia la propria immagine;
  • Mostra ai tuoi clienti il contesto in cui viene usato ogni tipo di prodotto.

Riguardo invece le descrizioni dei prodotti questi non devono solo ricalcare ciò che c’è già in etichetta, ma devi fare molto di più.

Vale a dire tenere conto del fattore SEO, quindi consentire di aumentare il traffico verso il tuo negozio attraverso i risultati organici di ricerca; pertanto le tue descrizioni devono includere parole chiavi e popolari che i tuoi clienti stanno cercando.

Cosa ti serve per vendere online: una lista di controllo

A questo punto è doveroso fornirti una lista delle cose chiave di cui hai bisogno per vendere online.
Verifica pertanto se quello che leggi nell’elenco sotto hai provveduto a renderlo fattibile:

  • Spedizione e adempimento: devi quindi aver impostato un metodo di consegna per i tuoi prodotti;
  • Pagamento: devi aver aggiunto una o più opzioni di pagamento al tuo negozio;
  • Servizio clienti: assicurati che i tuoi acquirenti abbiano almeno un modo per contattarti;
  • Licenza e tasse: controlla di avere le licenze per piccole imprese per poter vendere online;
  • Sicurezza: assicurati che i dati dei tuoi clienti siano protetti.

Acquisire clienti e fare vendite

Ti verranno adesso presentati dei metodi efficaci che ti permetteranno di crearti un bacino di clienti e poter vendere online.

Acquisire-clienti

Non devi di certo utilizzarle tutte, ma sperimenta quella che vedi funziona meglio per la tua attività.

Un esercizio utile è quello di immaginare te stesso di essere il tuo cliente target e chiederti: dove cercherò i prodotti che desidero?

Social Media

Una delle migliori armi di marketing a costo anche zero è rappresentata dai social media.

Hai infatti accesso a miliardi di potenziali clienti: quindi puoi pubblicare link dei tuoi prodotti, promozioni e condividere informazioni sul tuo marchio.

SEO

Tutti i contenuti presenti nel tuo negozio online, dalle descrizioni dei prodotti ai post del blog, dovrebbero aiutare il tuo sito a posizionarsi in alto su Google.

Assicurati che il contenuto del tuo negozio online si riferisca direttamente al tuo prodotto, in modo da attirare l’interesse reale che porta i visitatori ad effettuare poi un acquisto.

Blogging

Avere un blog è un ottimo modo per aumentare la SEO del tuo e-commerce e far conoscere il tuo marchio.

Supponiamo ad esempio che gestisci un negozio che vende abbigliamento sportivo retrò. Se scrivi un post sul blog divertente come “l’abbigliamento sportivo degli anni ’80 ancora oggi“, questo viene rilevato anche sui social e le persone iniziano a trovarlo anche su Google.

Pubblicare regolarmente post sul tuo settore ti posiziona anche come leader di pensiero, ovvero qualcuno a cui le persone cercano consigli.

Marketing via email

Devi intanto assicurarti che il tuo negozio o pagina social abbia una casella di acquisizione e-mail dei tuoi visitatori.

Questo ti da la possibilità di tenere aggiornati i clienti delle novità, di come possono risolvere dei problemi, di vedere delle apposite offerte o promozioni e sentirsi parte del tuo marketing.

Landing page

In questo caso parliamo invece della capacità di utilizzare degli strumenti professionali, in grado di riassumere in poche righe, con immagini o anche video, quelli che sono i benefici e i risultati che i potenziali clienti possono ottenere dall’acquisto del nostro prodotto.

Puoi sia iniziare a educare il cliente verso un processo che porterà solo in ultima analisi alla fase di acquisto, così come promuovere direttamente un prodotto con magari qualcosa che attrae subito l’attenzione grazie anche a qualche sconto particolare.

Per realizzare però questo tipo di strategia non basta improvvisarsi, ma serve della formazione per poter sfruttare al meglio gli strumenti che consentono di realizzare delle landing page che convertono.

Conclusioni

Quando si decide di voler vendere online, può essere inizialmente difficile sapere da dove cominciare.

Per tale motivo abbiamo distinto le varie fasi che è necessario completare:

  • Scegliere come vendere online;
  • Elaborare una strategia;
  • Scegliere i prodotti;
  • Avere una lista di controllo;
  • Iniziare a fare marketing.

Non fare solo affidamento alla creazione di pagine di prodotti sulle piattaforme come Facebook o Amazon, perché sono in continua evoluzione e spesso fuori dal tuo completo controllo.

La scelta migliore quindi è quella di creare il tuo sito di e-commerce dall’aspetto professionale e che incarna in pieno il tuo marchio.

Al tuo e-commerce puoi perciò successivamente sincronizzare i tuoi prodotti anche su una tua pagina social in modo da avere un campo di azione a 360 gradi che può raggiungere tutti i tuoi potenziali clienti appartenenti alla nicchia a cui si rivolge la tua attività.

Jetpack

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post e altri contenuti per te!

Be the first to comment on "Vendere online: come iniziare a guadagnare oggi"

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.